Zes Puglia-Molise, il commissario Guadagnuolo fa il punto delle attività svolte

Gli industriali Molisani nella giornata di ieri, 20 gennaio, hanno incontrato il commissario straordinario di Governo Zes Adriatica Puglia Molise, Manlio Guadagnuolo.

Il manager nel settore delle infrastrutture e dei trasporti con esperienza pluriennale in ambito marittimo–portuale, aeroportuale, ferroviario, intermodale e nel settore dello sviluppo socio-economico territoriale, nominato dal Governo con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2022, fa il punto della sua attività dinanzi ad oltre 30 dei più importanti industriali molisani.

Una sala riunioni gremita, quella messa a disposizione da Confindustria Molise in via Cardarelli in Campobasso che per l’occasione ha accolto il Commissario vestendosi di bianco a causa della copiosa nevicata pomeridiana. “Un incontro proficuo, pieno di numeri e atti propedeutici ad uno sviluppo senza fronzoli burocratici che il Molise attende da anni”- le parole confortanti del padrone di casa, Vincenzo Longobardi, che ha posto l’accento sull’interesse che la struttura del Guadagnuolo è riuscita a suscitare con azioni concrete, sia in termini di attenzione prestata che in tema di divulgazione dei programmi e scopi della Zona Economica Speciale Puglia- Molise.

Un’attenzione che ha favorito la conoscenza di criticità espresse dalla perimetrazione delle aree ricadenti in tale zona e che vanno risolte al più presto, si spera entro qualche settimana, con una revisione della perimetrazione più consona alle aspettative ed alle esigenze del territorio e degli imprenditori stessi. Basti pensare che molte aree di nuclei industriali, presenti all’incontro Stefania Passarelli, presidente del industriale Venafro-Pozzilli, Carletto Di Paola, neo presidente del Nucleo industriale Campochiaro-Bojano, non rientrano in tali aree mettendo a serio rischio investimenti e fruizione degli incentivi da parte degli addetti ai lavori.

Il commissario, visibilmente soddisfatto, nel ribadire la necessità di far meglio ed in fretta, lascia dei numeri confortanti. “Il Molise è attenzionato particolarmente tanto da aver interessato sino ad ora ben 33 aziende. Lo sportello unico digitale ha accolto 5 istanze di concessione per una ricaduta occupazionale di oltre 200 unità lavorative ed investimenti per oltre 120 milioni di euro. Presto novità ancor più importanti. Siamo soddisfatti e fiduciosi”.Apprezzamento da parte dei presenti che nell’auspicare un incontro aziendale del Commissario, per ancor di più calarsi nello specifico delle criticità ed opportunità che il mondo dell’industria molisana vive, si è dibattuti sull’immediatezza dei provvedimenti e sull’efficacia dello sportello unico per i procedimenti amministrativi.

Si ricorda che il sindaco di Termoli, Francesco Roberti, ha sottoscritto un accordo con la struttura commissariale con il quale si demanda questa per il rilascio di atti autorizzativi per attività ricadenti e non in area Zes. La mattinata ha visto il commissario ed il suo staff far visita in Regione Molise dove ad attenderlo la struttura tecnica della Regione ed il presidente Donato Toma.