Yoga: la salute in forma di pratica ascetica

Oggi, 21 giugno, ricorre la giornata mondiale dello Yoga. Il termine significa “unione”e fa riferimento al legame fra mente e corpo. Previsti eventi anche a Campobasso, a Villa de Capoa, dove si potrà beneficiare della famosa pratica, ormai punto fermo internazionale del benessere psicofisico.
La disciplina è parte millenaria dell’antica saggezza indiana, trascende religioni, strati socio-economici, generi. Com’è noto, ormai è diffusissima anche nel resto del mondo, spesso spogliata del suo lato prettamente religioso, incarnata sotto un aspetto laico.
Lo Yoga è stato definito «il limite della modificazione mentale». Non sorprende, quindi, che molti professionisti della salute psicologica consiglino ai loro pazienti di praticarlo, e nel subcontinente indiano sono stati condotti studi pionieristici per conoscerne gli effetti su varie malattie psichiatriche. Nelle forme specifiche Sudarshan Kriya Yoga, Pranayama, Sahaj Yoga e Asana viene utilizzato efficacemente come modalità di trattamento primario o come complemento alle cure farmacologiche e di counseling, specialmente per i sintomi residui che persistono nonostante rimedi adeguati.
Questa disciplina si caratterizza per diversi vantaggi. Innanzitutto, richiede una supervisione minima, privo di effetti collaterali se praticato correttamente, praticabile a tutte le età e migliora i disturbi del sonno negli anziani e, in ultimo, ma non meno importante, dona al paziente maggiore consapevolezza e controllo del proprio disagio.
Nello specifico – con riferimento ai problemi psicologici di più profondo aspetto – è dimostrato che esso migliora i livelli di serotonina e del fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF), bassi nei pazienti affetti da depressione. Inoltre agisce sull’asse ipotalamo-ipofisi-surrene nei soggetti affetti e fornisce sollievo dall’affaticamento a chi è cronicamente stressato, rilasciando GABA, una sostanza chimica che produce uno stato d’animo rilassato. Influisce, inoltre, sul sistema nervoso autonomo, per ridurre l’eccitazione simpatica che produce ansia, riduce i sintomi negativi come l’avolizione, l’anedonia, l’asocialità, aiuta rilasciando l’ossitocina, un ormone che migliora le relazioni con gli altri. Il Sudarshan Kriya Yoga è fruttuoso anche per le persone con dipendenza da alcol, riduce i sintomi della depressione che si verificano durante l’astinenza oltre che nel trattamento a lungo termine, contrastando eventuali recidive. Anche i bambini affetti da Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD) possono trarre beneficio dallo Yoga. Una buona idea potrebbe essere quella di dedicare tempo alla pratica dopo l’orario scolastico, come un’attività divertente insieme ad altri membri della famiglia e amici.
Quindi, appuntamento all’ingresso di Villa de Capoa nei pressi dell’Asl, a partire dalle 19.15, “armati” di abiti comodi e tappetino.
A settembre, si bisserà al Castello Monforte, con l’evento organizzato in collaborazione con Incima, organizzazione che si occupa della gestione del maniero.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com