Wing Tsun: passione pura

di Andrea Di Sisto

Il wing tsun (Tradotto: Rispettivamente eterna e Radiosa Primavera) è un’arte marziale nata in Cina, concepita da una monaca buddista, intorno alla metà del XVII secolo. A causa della della sua bellezza la donna fu costretta a sposare un “signorotto” locale, ma grazie all’aiuto di Ng Mui la giovane monaca imparò delle tecniche di combattimento che le permisero di sconfiggere quell’uomo in una sfida. Ma ora lasciamo la storia e passiamo al presente e alle sue stupende emozioni… Al giorno d’oggi almeno una persona su tre pratica un arte marziale ma il wing tsun è tra i più diffusi, considerata la sua efficacia! Le persone che svolgono quest’attività non lo fanno per divertimento o per passatempo ma più che altro per passione anche perché se non si ha voglia in quest’attività non si va da nessuna parte! La parte fondamentale di questo motore di movimento sta nel lavorare sulle sensazioni e successivamente, sul movimento. Chiunque ha praticato quest’arte sa la sua immane bellezza e la sua terribile efficacia.

Perché è cosi efficace?

La sua efficacia è dovuta soprattutto a una mente “ferma” e senza cattive intenzioni, tutta questa efficacia è anche derivata dal fatto che è molto diretta a differenza delle altre arti marziali.

In cosa consiste questa bellezza?

Chiunque ha sperimentato almeno per un volta il wing tsun sa quanto rilassa mentalmente e fisicamente, ogni ragazzo/adulto può essere assimilato a uno dei cinque elementi in base alle caratteristiche che ha:

  • Acqua: rappresenta la sensibilità, la capacità di rilassamento, la riserva stessa delle energie vitali e l’adattabilità;
  • Terra: è il simbolo della centratura, della digestione, della stabilità e del cambiamento;
  • Fuoco: è l’elemento dell’individualità, del calore e della generosità;
  • Legno: rappresenta un nuovo inizio, la crescita, l’attività e la resistenza;
  • Metallo: è la chiarezza, il pensiero nitido, la pulizia e la comunicazione affermativa.