Visite guidate al museo a cielo aperto, serata culturale a Casalciprano

L’evento domani sera, 6 agosto, nel piccolo e suggestivo borgo molisano

A Casalciprano, piccolo borgo dell’entroterra molisano, domani sera, 6 agosto, a partire dalle 20.30, con partenze ad intervalli di 15 minuti da piazza “Largo della Vittoria”, si terrà una visita guidata-percorso cultural/gastronomico, al Museo della Civiltà Contadina situato lungo suggestivi percorsi che si snodano nel centro storico dell’omonimo borgo. Scopo della manifestazione è quello di far conoscere le peculiarità della civiltà contadina e rurale molisana tout court, nonché di far rivivere le esperienze di vita vissuta attraverso intriganti riproposizioni delle scene di vita quotidiana, create mediante l’utilizzo sia di statue di cera che di valorizzazioni delle location più affascinanti del paese. Il viaggio attraverso la storia rurale della popolazione cipranense e molisana è reso ancora più emozionante in quanto, tra le strade di Casalciprano sono presenti delle vere e proprie opere d’arte contemporanea. Infatti, Casalciprano, piccola comunità di appena 500 abitanti può essere considerato a tutti gli effetti, precursore della cosiddetta “street art” proliferata in Molise nell’ultimo decennio. L’iniziativa di arte pubblica nasce a Casalciprano nell’autunno del 2010 per recuperare e valorizzare il volto delle abitazioni dell’antico borgo e come ampliamento visivo del già esistente Museo a Cielo Aperto della Memoria Contadina Molisana. Secondo il curatore artistico, il professor Lorenzo Canova, il progetto “verte sulla realizzazione di un complesso di facciate dipinte che costituisce un museo all’aperto di public art ispirato al dialogo ideale tra i linguaggi visivi e l’immaginario del nostro presente da una parte e la tradizione rurale e l’eredità della cultura contadina, familiare e religiosa dall’altra. Questo confronto tra passato e contemporaneità è basato su un profondo rispetto di quella tradizione, che viene rinnovata ed esaltata attraverso la rielaborazione operata dai codici dell’arte di oggi, in un reciproco scambio di suggestioni, valori e rappresentazioni.”Le opere murali sono un’opportunità per comprendere in un’unica visione, mettendo in luce attraverso il loro genio, gli studi artistici che con le loro successive creazioni hanno dato voce alla loro interiorità che all’interno di Casalciprano hanno portato al chiaro tematiche specifiche. Un dialogo dunque, sul filo di una visione che unisce gli artisti e gli abitanti di Casalciprano, l’incontro di uomini appartenenti a terre diverse attraverso sguardi paralleli, ecco un importante passo nella sfida impegnativa che intende mostrare la creatività contemporanea e che la pone in rapporto con i vissuti del paese. Importanti artisti di fama nazionale come Francesco Cervelli, Stefania Fabrizi , Marco Colazzo, Adriano Nardi, Marco Verrelli hanno dato vita ad opere uniche che hanno saputo unire l’arte visionaria allo spaccato di vita quotidiana più tradizionale della civiltà rurale molisana creando così un giocoso accostamento che sottolinea l’attualità dell’agricoltura, e non solo, proiettando il tutto nel futuro. L’evento, della durata di un’ora circa organizzato dall’ass. Tifernum Bike Team, dall’ ass. Arx Prandi, dalla cittadinanza attiva con la collaborazione ed il patrocinio dell’ Amministrazione comunale di Casalciprano, sarà allietato dalla presenza e dai racconti del narratografo Stefano Di Maria nonché da musiche e canti del gruppo “Maitunat” di Casalciprano.

La locandina dell’evento

Foto di copertina Alfonso Moffa