Violenza sessuale e maltrattamenti, marocchino torna in libertà

La decisione del Tribunale del Riesame di Campobasso. L’uomo era stato arrestato dai carabinieri di Venafro

Torna in libertà l’uomo di origine marocchina che nella notte del 22 luglio scorso era stato tratto in arresto dai Carabinieri di Venafro e condotto presso la Casa Circondariale di Cassino con l’accusa di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti in famiglia in danno della ex moglie. Ad avvisare le forze dell’ordine era stato il figlio minore della coppia. Dopo che il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Isernia aveva disposto la custodia cautelare in carcere, nel pomeriggio di martedì, il Tribunale del Riesame di Campobasso ha ordinato la liberazione dell’indagato, sostituendo la misura con il divieto di avvicinamento alla persona offesa. L’uomo è stato dunque immediatamente scarcerato. L’indagato, assistito dall’Avvocato Daiano Morena, dovrà ora affrontare il processo dinanzi al Tribunale Penale di Isernia.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com