Videosorveglianza abusiva, 1.600 euro di multa al gestore di un bar

L’impianto consentiva di sorvegliare i dipendenti

I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Isernia, nel corso dell’attività ispettiva finalizzata alla prevenzione e contrasto del lavoro sommerso, dello sfruttamento del lavoro, nonché alla verifica della normativa che tutela la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria locale un commerciante, esercente di un bar, perché responsabile di aver installato, senza autorizzazione dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro competente, un impianto di videosorveglianza che consentiva il controllo a distanza dei lavoratori.

Nella circostanza è stata elevata una  ammenda pari all’importo di 1.600 euro circa. I Militari del NIL attuano costantemente il monitoraggio e i controlli previsti, al fine di garantire il rispetto della normativa vigente nell’ambito delle attività commerciali presenti sul mercato.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com