Vernice spray sulle pareti e molestie su un compagno, ma la rete li incastra

La Polizia ha acquisito le immagini delle bravate a scuola diffuse sui social e ha denunciato due minori

CAMPOBASSO. Dopo la denuncia di un docente di un istituto scolastico di Campobasso per il danneggiamento di una parete di una classe con una bomboletta di vernice spray, la Polizia ha accertato che l’episodio era stato ripreso. Il video, dopo essere stato pubblicato su un social network, era stato cancellato nel tentativo di eludere le indagini, ma l’operazione non è andata a buon fine perché le forze dell’ordine sono riuscite ad acquisire le immagini prima della loro cancellazione estrapolando alcuni screenshot che hanno consentito di indentificare un 16enne che frequentava l’istituto.

Nel corso delle indagini i poliziotti, coordinati dalla Procura per i Minorenni, nella persona della dottoressa Rossana Venditti, hanno acquisito dalla rete un altro video che documentava un episodio di bullismo avvenuto nello stesso istituto scolastico. La vittima, ritratta nel mentre veniva derisa e fatta oggetto di sputi, ne era bersaglio da tempo da parte di un 17enne di Campobasso che si accaniva con altri avvilenti soprusi (ad esempio, gli nascondeva il cellulare, gli prendeva a calci lo zaino) ed in un’occasione lo aveva addirittura afferrato per la gola, mentre in un’altra circostanza gli versava addosso una bottiglietta colma d’acqua.  Al termine degli accertamenti, i due alunni sono stati denunciati dalla Polizia Postale e delle comunicazioni, rispettivamente per danneggiamento aggravato e per molestie.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com