Valentina, lo schianto e una città attonita. «Mancherai a tutti»

Termoli sgomenta dopo il terribile incidente che è costato la vita a una 24enne. Tanti i messaggi di cordoglio sulla rete. «Insegna il Futsal agli angeli»

Saranno le indagini condotte dai Vigili Urbani di Termoli a stabilire la dinamica che ha portato alla morte di Valentina La Porta, la 24enne che questo pomeriggio, 13 febbraio, ha perso la vita lungo viale Pertini. Tutto è accaduto in una manciata di secondi. Valentina era in sella alla sua moto, uno dei suoi grandi amori come racconta il suo profilo Facebook, quando all’improvviso ha impattato contro una betoniera che era in fase di manovra lungo la stessa strada. Un impatto che è stato tremendo. Devastante. La moto che si infila nella parte anteriore della betoniera, sotto la massa del mezzo pesante e praticamente si distrugge. A terra un tappeto di pezzi di ferro e di plastica e una scarpa da ginnastica di Valentina. Poi la corsa in ospedale a bordo dell’autoambulanza del 118 e l’arrivo in condizioni disperate in pronto soccorso. Lì i medici del San Timoteo hanno fatto di tutto per salvarle la vita ma per lei non c’è stato nulla da fare. Troppo gravi le ferite riportate nell’impatto fino a quando il cuore di Valentina ha smesso di battere. Adesso spetterà agli inquirenti e alla magistratura frentana decidere se disporre o meno l’autopsia, ipotesi che al momento sembra particolarmente accreditata. Una morte che ha sconvolto tutta una comunità. Valentina, infatti, non era termolese di origine ma si era trasferita da anni a San Giacomo degli Schiavoni dove lavorava nel bar nel centro del paese. Conosciuta da tutti come una brava ragazza faceva parte dell’Arcadia calcio a 5. Tantissimi i messaggi di cordoglio che in questi momenti stanno circolando su Facebook. «Riposa in pace Valentina… insegna il Futsal agli angeli». «Non c’è bisogno di tante parole x dire che persona eri, Valentina La Porta ti porterò sempre nel mio cuore, la tua bontà, la tua simpatia, e la tua dolcezza, ma sopratutto la tua umiltà e gentilezza… Un abbraccio nel vento ovunque tu sia amica mia». «Con gli anni ho imparato una cosa. Negli ultimi istanti della propria vita si cercano di più le persone a cui si vuole bene, si guardano in maniera diversa e domandano se veramente va tutto ok. Tu oggi hai fatto lo stesso con me. Ti abbraccio Valentina La Porta e apprendere dopo due ore che ci siamo salutate, che non ci sei più, mi ha creato un enorme dolore».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com