Vaccini, dal Ministero: “Astrazeneca solo agli over 60”. Felice: “Finalmente chiarezza”

Somministrare Astrazeneca solo agli over 60. E’ questa la decisione che è stata assunta dal Ministero della Salute dopo le polemiche dei giorni scorsi. Una notizia che è stata accolta con positività dal presidente del Comitato San Timoteo di Termoli, Nicola Felice. “Finalmente il Ministero della Salute con chiarezza ha disposto che il vaccino Astrazenica deve essere inoculato solo agli over 60. Per chi ha avuto la prima dose Astrazenica, la seconda dose dovrà essere con vaccino mRNA da riprogrammare tra 8- 12 settimane”. La circolare di aggiornamento del parere Cts sui vaccini fa seguito alle note circolari del 7 e del 21 aprile 2021 e include anche la decisione circa il vaccino Jansenn (Johnson&Johnson) la cui inoculazione “va somministrata a soggetti di età superiore ai 60 anni”, come emerge dal documento. Al momento sarebbero circa 900mila gli italiani di età inferiore ai 60 anni che hanno già ricevuto la prima dose di Astrazeneca e che, quindi, dovranno fare il richiamo con un altro vaccino, quindi con Pfizter o Moderna. Ed è proprio su questo punto che interviene nuovamente Felice: “’l’Asrem dovendo riprogrammare la seconda dose di vaccino è opportuno che per i cittadini, in primis i caregiver, di Termoli e basso Molise venga disposto la seconda dose con vaccino a mRNA presso il punto di vaccinazione del Palairino o dell’ospedale San Timoteo di Termoli. Ciò per evitare gli enormi disagi per raggiungere il punto di vaccinazione di Campobasso. Disagi che si aggravano ulteriormente nel periodo della bella stagione, ormai iniziata, che vede aumentare il traffico veicolare, oltre a quelli per i lavori in corso sulla statale Bifernina che vede la presenza di ben sei semafori”.