Va a caccia con l’amico, scivola e si spara un colpo di fucile. Muore un 48enne

I fatti si sono verificati nella zona di Valle Porcina tra Montaquila e Colli al Volturno. Inutili tutti i tentativi di salvare l’uomo

Non c’è stato nulla da fare per il cacciatore di 48 anni che questa mattina, 12 gennaio, è rimasto coinvolto in un incidente di caccia nei boschi di Valle Porcina, al confine tra Colli al Volturno e Montaquila.

L’uomo, il 48enne Giovanni Montaquila di Riardo in provincia di Caserta ma residente a Venafro, aveva deciso di andare a caccia nei boschi, in una zona di fitta vegetazione e fuori dalla viabilità ordinaria, assieme ad un amico quando, per cause ancora in corso di accertamento, è scivolato.

Mentre stava cadendo dal suo fucile a pallettoni è partito un colpo che l’ha raggiunto nella zona del bacino e della gamba sotto la femorale provocando un violento sanguinamento.

A quel punto l’amico ha immediatamente allertato i soccorsi e sul posto sono arrivati i carabinieri, il soccorso alpino, i medici del 118 e i vigili del fuoco.

Soccorsi che, però, si sono rivelati problematici considerando che il burrone all’interno del quale è finito il 48enne a seguito della caduta era particolarmente impervio e difficile da raggiungere.

I sanitari hanno provato a rianimarlo ma non c’è stato nulla da fare e hanno dovuto constatarne il decesso.

Sul posto è arrivato anche un elicottero che, però, non è riuscito a raggiungere il 48enne. L’uomo è stato recuperato purtroppo già privo di vita dall’elisoccorso.

Dopo l’autorizzazione dell’autorità giudiziaria, la salma è stata posta nella barella in dotazione al Soccorso Alpino e trasportata a mano verso la strada carrabile in attesa, in accordo con i carabinieri presenti sul posto, dell’arrivo delle onoranze funebri a cui alla fine è stata affidata.