Usa-Corea del Nord, Trump: “Sarei onorato di incontrare Kim”

Meetness

di Gianmarco Ottaviano

Il presidente americano Donald Trump sarebbe “onorato” di incontrare il numero uno della Corea del Nord Kim Jong-un, se ci fossero le giuste condizioni. Nonostante settimane di alta tensione tra Washington e Pyongyang, il leader americano ha spiegato in una intervista a Bloomberg che “se fosse appropriato per me incontrarlo, lo farei di sicuro. Ne sarei onorato”.

“Se fosse, lo ripeto, nelle giuste circostanze, lo farei”, ha sottolineato il presidente Usa. “La maggior parte dei politici non lo direbbe mai”, ha proseguito, “ma io lo dico, nelle giuste condizioni lo incontrerei. Abbiamo breaking news”. E infatti poco dopo la Casa Bianca ha specificato: “Devono smetterla di provocare”.

Ieri in un’intervista al programma ‘Face the nation’ su Cbs News, Trump aveva abbandonato i toni più duri e aveva definito il leader nordcoreano un “tipo molto sveglio” per essere riuscito a mantenere il potere dopo averlo ereditato da giovane, ha detto il presidente americano, che ha insistito sul fatto che l’opzione militare per la Corea del Nord continua a restare sul tavolo viste le continue provocazioni di Pyongyang.

“Se fa un test nucleare, non sarò contento. E posso dirvi che credo che neppure il presidente cinese, che è un uomo molto rispettato, sarà felice”, ha detto Trump che ultimamente ha provato a coinvolgere la Cina come tramite per far scendere la tensione. Il presidente Usa, alla domanda se un altro test atomico comporterà un’azione militare nei confronti della Corea del Nord, ha risposto: “non lo so, vedremo”.

 

Meetness

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli