Unimol, prestigioso riconoscimento per il ricercatore Carlo Ranieri

Il docente è stato premiato in occasione della Conferenza Internazionale IOMAC 2019 a Copenaghen

CAMPOBASSO

Carlo Rainieri, ricercatore del Dipartimento di Bioscienze e Territorio, è appena rientrato dalla Conferenza Internazionale IOMAC 2019, tenutasi a Copenaghen. In tale occasione, Carlo Rainieri ha presentato due ricerche sul tema del monitoraggio strutturale e dell’identificazione dinamica in condizioni operative (la prima delle quali in collaborazione con autorevoli colleghi della KU Leuven) che hanno suscitato interesse e animato la discussione degli specialisti del settore riuniti ancora una volta a Copenhagen per discutere di analisi modale in condizioni operative.
Il comitato permanente della Conferenza ha, inoltre, deciso di premiare (http://iomac.eu/iomac-awards/) con un ambito riconoscimento il prof. Carlo Rainieri per il suo lavoro pluriennale nel settore e il suo contributo qualificato e costante nello sviluppo delle procedure OMA (Operational Modal Analysis).
Si tratta di un premio di prestigio, assegnato normalmente a ricercatori maturi e di esperienza, e conferito in questo caso a una giovane e preziosa risorsa dell’Università del Molise.
L’impegno di Carlo Rainieri nel campo risale agli anni della sua tesi di dottorato, epoca in cui IOMAC rappresentava passaggio obbligato, e quindi molto impegnativo, per il confronto con i massimi esperti mondiali della disciplina.
Dopo la prima partecipazione ad IOMAC nel 2007, tanto impegno è stato profuso nella ricerca di settore e tanti obiettivi rilevanti sono stati raggiunti, come la pubblicazione nel 2014 del primo volume a livello internazionale dedicato all’Analisi Modale Operazionale, e il recentissimo finanziamento di un progetto PRIN che vede l’ing. Rainieri impegnato come coordinatore dell’Unità di ricerca UniMol.
Oggi un ulteriore riconoscimento arriva all’area di ingegneria civile e sismica e al docente di Dinamica Strutturale e Monitoraggio di UniMol, a conferma della qualità della ricerca che si sviluppa in Ateneo e della rilevante collocazione sullo scenario internazionale dei docenti dell’Ateneo nel settore dell’ingegneria strutturale e sismica.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com