Unimol, oggi l’elezione del nuovo rettore

Luca Brunese e Raffaele Coppola i due sfidanti. Per la prima volta ci sarà il voto elettronico

CAMPOBASSO

Manca poco per scoprire chi sarà il nuovo rettore che, per i prossimi sei anni, guiderà l’Università degli Studi del Molise. Si vota oggi dalle 9 alle 18 nella Sala del Consiglio di Ateneo, al secondo edificio polifunzionale di via De Sanctis a Campobasso. Al voto sono chiamati, per l’elettorato attivo, 206 professori di ruolo, 71 ricercatori a tempo indeterminato e determinato, 21 componenti del consiglio degli studenti, 2 rappresentanti del personale tecnico-amministrativo nel Senato accademico, 7 rappresentanti del personale tecnico-amministrativo nel consiglio del personale. Mentre con il voto pesato al 10% dei  voti espressi sono chiamati a scegliere il nuovo rettore 225 componenti del personale tecnico-amministrativo a tempo indeterminato. Per la prima volta le modalità di svolgimento delle elezioni del Rettore si terranno con espressione di voto in via telematica mediante procedure certificate dal Miur. A tal fine è stato affidato al Cineca il servizio di voto elettronico. Il sistema u-Vote garantisce adeguati requisiti di sicurezza e affidabilità tra cui l’autenticazione, l’anonimato e il non ripudio dell’elettore. Per garantire al meglio lo svolgimento delle elezioni del Rettore è stata predisposta una procedura on-line che, nei giorni scorsi, ha consentito la simulazione di voto da parte di tutti gli elettori.

Nel frattempo i due candidati, Luca Brunese e Raffaele Coppola, il primo professore di Diagnostica per immagini e radioterapia e l’altro professore di Microbiologia Agraria, si dicono fiduciosi. Entrambi hanno lavorato a lungo per cercare consensi e lo hanno fatto con la stesura di due importanti programmi per la valorizzazione dell’Ateneo molisano, traino di sviluppo per tutta la regione. «Ritengo fondamentale, per il periodo 2019-2025, una programmazione strategica, oculata e lungimirante, che consenta al nostro Ateneo di crescere e consolidarsi attraverso un’offerta formativa sempre più attenta alle evoluzioni della cultura, della scienza e del mercato del lavoro. La nostra università dovrà essere un polo internazionale» le parole di Luca Brunese che, per la stesura del proprio programma, ha scelto di confrontarsi con chi, ogni giorno, vive la realtà universitaria: studenti, personale amministrativo e docenti. Per Coppola è importante collegare l’Università a tutte le istituzionali locali,  la Regione in primis, le biblioteche, il terzo settore, le associazioni. «Non solo, è necessaria anche la collaborazione tra i dipartimenti e i centri della stessa università» ha detto. A poche ore dal voto e dalla proclamazione del nuovo rettore, i rumors si avvicendano nei corridoi dell’università ma qualche voce pare confermare Luca Brunese come candidato favorito per la guida dell’Ateneo molisano per i prossimi sei anni.