Una tradizione che resiste

di Antonio Montuori

L’ 8 e il 9 Maggio in una località limitrofe a Campobasso c’è l’usanza di festeggiare il patrono del paese, San Nicola.
Nei giorni sopra elencati si può ammirare l’attaccamento della gente al paese ed è l’occasione per vedere all’opera i fucilieri. La festa inizia nel pomeriggio dell’8, quando il sindaco, l’amministrazione comunale, le autorità e i cittadini, mettono all’asta gli stendardi. Una volta terminata questo rito, i cittadini si recano in chiesa per la celebrazione della funzione in onore del patrono.
Il giorno seguente il sindaco guida la processione proceduta dai fucilieri, i quali mettendosi in fila fanno esplodere in aria colpi a salve mentre le bandiere sfilano lungo il paese insieme alla statua del patrono. Alla fine della mattinata questi si raggruppano e con una fotocamera immortalano un momento memorabile della storia del paese.
La festa non finisce qui, ma continua la sera con bancarelle di ogni tipo seguite da giostre e divertmenti per tutte le fascie d’età.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com