Un Museo del Mare all’interno del Castello Svevo, c’è il bando

Per le manifestazioni di interesse al progetto per il quale il Comune di Termoli è destinatario di un finanziamento

Un museo del Mare all’interno del Castello Svevo. E’ questo il progetto di valorizzazione dei beni ambientali e culturali legati al mare per il quale il Comune di Termoli è destinatario di un finanziamento. Il progetto dovrebbe essere portato a termine con l’impiego di nuove soluzioni tecnologiche e in particolare con l’impiego della realtà aumentata, provvedendo alla valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale legato al mare e alla storia locale della fascia costiera coincidente con l’area del Flag Molise Costiero (Comuni di Campomarino, Montenero di Bisaccia, Petacciato e Termoli), ivi compreso il prospiciente ambito marino. Le finalità e gli obiettivi generali sono quelli di rilanciare i luoghi della tradizione e della cultura marinara ricreando suggestioni e spazi tipici degli antichi mestieri, valorizzando il prodotto ittico e la marineria locale in sinergia ed integrazione con le eccellenze ambientali, enogastronomiche e culturali del territorio del Flag Molise Costiero, coincidente con i territori dei Comuni di Campomarino, Montenero di Bisaccia, Petacciato e Termoli. Di qui l’avviso pubblico che è partito per sollecitare eventuali manifestazioni di interesse per un appalto che riguarderà il servizio di ricerca e studi preparatori, servizi di progettazione e allestimento del museo del mare da realizzare presso i locali del Castello Svevo del Comune di Termoli, come previsti nel progetto dovrà essere progettato il layout e l’allestimento del museo del mare presso i locali dal Castello Svevo in maniera funzionale alla fruizione dell’utenza. Quindi, la progettazione e fornitura di nuove soluzioni tecnologiche e degli strumenti di realtà aumentata finalizzati a valorizzare i beni culturali legati al mare e alla storia locale e la loro messa in rete: si dovrà provvedere alla progettazione e fornitura delle soluzioni tecnologiche e degli strumenti di realtà aumentata, collocando le predette forniture in maniera coerente con il layout individuato presso i locali del Castello Svevo, garantendo che ogni visitatore del “Museo del mare” possa usufruire individualmente dei supporti tecnologici forniti (app, visori, video e audio in almeno 3 lingue comunitarie, si richiede obbligatoriamente l’italiano, l’inglese, il francese etc.), garantendo inoltre che tutti gli strumenti di realtà aumentata siano allestiti presso i locali museo del mare, come progettati; le forniture devono essere previste nel numero e con le caratteristiche minime indicate nel progetto.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com