“Un anno difficile”, il saluto agli studenti della preside

Una lettera aperta che fa fare tante considerazioni positive, nonostante un anno da dimenticare. È quella che scrive ai suoi studenti Lina Di Nezza, preside del Majorana/Fascitelli di Isernia:

“Carissimi, il mio intento oggi è salutarvi non con lo sguardo rivolto al passato, al difficile anno che ormai si sta concludendo, ma al futuro, al meritato riposo estivo e ai tanti progetti che abbiamo già in cantiere. Anche nei mesi più bui la scuola non ha mai rinunciato alla sua funzione educativa, né tantomeno alla sua funzione sociale. Ha voluto continuare ad essere un punto di riferimento, una certezza nel caos della pandemia. A maggior ragione oggi, che tutto ci induce a pensare positivo, vuole tornare a proporsi come centro di aggregazione, crescita e confronto per i ragazzi e per il territorio, perché è finalmente arrivato il momento di tornare alla vita e alle gioie della normalità.

Presto saremo pronti a riaprire le porte a ragazzi desiderosi di contatto umano, di svago e di leggerezza. Abbiamo tante idee e la possibilità di metterle in pratica, grazie ai finanziamenti che da poco abbiamo saputo di aver ottenuto. Attività sportive, laboratori artistici, esperienze di studio sul campo: la socializzazione sarà il nostro principale obiettivo; riporteremo al centro della nostra azione la dimensione emotiva, tanto purtroppo penalizzata in questi mesi di DDI.

Dobbiamo riscoprire il gusto di stare insieme e potremo farlo in un luogo sicuro e accogliente, dove ognuno troverà il suo posto e potrà assecondare inclinazioni e interessi a lungo trascurati, in un clima amichevole e finalmente spensierato.

Al futuro intendo guardare anche con voi maturandi in procinto di affrontare il tanto temuto Esame di Stato. Vivete questa impegnativa e importante prova con la serietà che vi contraddistingue, ma anche con la serenità che il duro lavoro svolto, l’impegno e la costanza mostrati in questi anni vi hanno fatto guadagnare. Questo per voi è solo un trampolino di lancio verso la vita, verso anni ricchi di nuove entusiasmanti esperienze in cui vedrete realizzati i vostri sogni e le vostre aspirazioni. L’augurio più grande è che possiate essere sempre curiosi, ricchi di stupore e di desiderio verso la vita; ma, soprattutto, che non perdiate mai il vostro sorriso.

Volevamo darvi ali per volare verso questa meta, speriamo di esserci riusciti.

Un pensiero particolare ai rappresentanti di Istituto che sono stati scrupolosi portavoce delle esigenze di tutti gli studenti, interlocutori maturi della dirigenza e del corpo docenti, promotori di brillanti iniziative. Siate leader nella vita così come lo siete stati nella scuola.

Per tutti voi ragazzi sia questa estate l’occasione per recuperare quanto perso in questo lungo anno. Senza mai abbassare la guardia, tornate alla vita all’aria aperta, alle amicizie trascurate, agli incontri e alla convivialità. Siete stati esemplari per il coraggio, la pazienza e la serietà con cui avete accettato le limitazioni e i divieti, ora è il momento di riscuotere il giusto premio.