Ufficio turistico a Campobasso, Battista: «Evento storico rivoluzionario» (L’INTERVISTA)

Progetto in dirittura d’arrivo per la promozione del capoluogo di regione

REDAZIONE
CAMPOBASSO

La città di Campobasso investe sul marketing turistico-culturale. L’amministrazione sta per chiudere il progetto finalizzato all’apertura di un Ufficio Turistico comunale destinato alla promozione della città di Campobasso, ma anche dell’area vasta di cui il capoluogo di regione fa parte. «Sarà un evento storico rivoluzionario», commenta il sindaco Antonio Battista. Il polo turistico-culturale dovrebbe nascere all’interno della ex Enrico D’Ovidio, ovvero la Casa della Scuola di via Roma. Anche se in ballo ci sarebbe anche l’ex circolo sannitico di Campobasso. Tuttavia via Roma sembra essere la sede più plausibile, in quanto nella D’Ovidio è stata già inaugurata la Bibliomediateca comunale «con ottimi risultati», dice il primo cittadino. «Siamo alle ultime battute per la strutturazione dello Sportello Turistico nella città di Campobasso – continua Battista. – A dicembre 2018 è stato formalizzato il finanziamento. Ai piani superiori della Casa della Scuola, installeremo alcune esposizioni permanenti. Abbiamo ripreso l’idea della galleria civica nata circa una quindicina di anni fa, potenziandola. Uniremo finalmente – chiude – in un unico sistema Turismo e Cultura che spesso in città hanno percorso strade separate». L’obiettivo è quello di fare del turismo culturale il volano della città capoluogo.

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com