«Tunnel di raccordo tra parco e Rio Vivo: un altro passo verso il progresso»

Il commento dei consiglieri comunali del Partito Democratico e Vota X Te

«Il tunnel di raccordo tra il parco e Rio Vivo è un altro passo verso il progresso». E’ così che i consiglieri comunali dei gruppi del centrosinistra Pd e Vota X Te hanno commentato la notizia dello sblocco del progetto. «Stiamo parlando della congiunzione ciclopedonale del parco Comunale con la pista ciclopedonale già esistente al lato di Via Marinai d’Italia e con il Circolo Vela. Questo progetto ha due finalità: la prima è quella dello sviluppo di una mobilità sostenibile sempre più a portata di mano dei nostri cittadini e la seconda creare un sistema integrato fra parco comunale e circolo vela. Il collegamento – si legge in una nota stampa – del parco Comunale alla pista ciclabile già esistente verrà attuato attraverso un sottopasso ferroviario ed un ponte ciclopedonale al lato sud della rotonda di rio vivo. Questa opera consentirà ai pedoni ed ai ciclisti di andare dal parco e verso il parco senza attraversare la strada carrabile e la rotonda già esistente. Ci sarà quindi un attraversamento dedicato e pertanto sicuro. Inoltre consentirà di fungere da punto di intersezione fra la ciclovia Termoli-Campomarino (opera anch’essa programmata dall’amministrazione Sbrocca e già finanziata che è in fase di permissing con la speranza che vada al più presto in appalto) e, dunque, con la futura ciclovia che raggiungerà San Salvo per ricongiungersi al tratto abbruzzese. Si tratta di una vera e propria rivoluzione per la mobilità sostenibile della nostra città poter andare da Termoli (Torretta Sinarca) a Campomarino camminando e pedalando in assoluta sicurezza, senza autovetture, e con possibilità di immissione nel Parco Comunale il tutto senza lasciare la ciclovia e quindi è bene ribadirlo ancora una volta, in assoluta sicurezza. Il secondo obiettivo è poi quello di creare fra il Parco Comunale ed il Circolo vela surf un sistema integrato di un grande parco sportivo-ricreativo dove sarà possibile fruire i percorsi mare-terra a piedi o con la bici e sarà possibile, sempre con più facilità, organizzare eventi sportivi al fine di incrementare il turismo sportivo, nicchia questa in cui la nostra città è altamente vocata. Ricordiamo infatti che oltre alla riqualificazione ambientale del parco e in generale delle aree di interesse comune (compresi i percorsi vita ed i giochi per i bambini), l’amministrazione Sbrocca ha provveduto a riqualificare-implementare le strutture sportive del Circolo tennis e la riqualificazione della piscina comunale con la costruzione di una piscina olimpionica e nuovi spogliatoi i cui lavori sono da poco partiti. Noi abbiamo immaginato, programmato e trovato risorse economiche per un parco comunale integrato ove si potranno praticare numerose discipline sportive di mare/acqua (vela, surf, canottaggio, nuoto ecc.) e di terra (calcio, calcetto, basket, tennis, atletica ecc.). Se poi – come era nostra intenzione – l’attuale amministrazione (a cui rivolgiamo uno specifico invito) allargherà l’attuale parco comunale per ulteriori dodici ettari (al di là del ponte del Molinello) che hanno una destinazione urbanistica conforme, allora avremo un unicum che crediamo poche altre città possono vantare ed una struttura in cui è possibile organizzare eventi sportivi per diverse discipline. Sarebbe non la solita chiacchiera politica ma un vero e concreto esempio di cosa bisogna fare per implementare il turismo sportivo e creare così nuovi posti di lavoro ed economie per le nostre imprese. Questo è quello che il centro sinistra ha fatto e che spera che per la città venga realizzato nel più breve tempo possibile».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com