Tre utili “tips” per un’estate in salute

di Luigi Castellitto

Oltre al riferirsi ai professionisti del campo, esistono anche diversi semplici “trucchi” per migliorare la propria salute mentale, alcuni all’apparenza ovvi, altri meno.
Delle volte bastano poche azioni per migliorarsi, anche contestualizzando le proprie scelte secondo la stagione in corso.
Vediamo tre tips utili per migliorare il proprio benessere mentale in estate.

Fare attività fisica
Certamente una nota preoccupazione estiva, ma di solito prettamente per una questione estetica, causa famosa prova costume che interessa tutti i generi e le età. Argomento di questi tempi maggiormente tenuto in considerazione perché siamo nell’era in cui ci si fotografa di più, e la prova di quanto siamo in forma si può fornire in tempo reale, in ogni momento.
Tuttavia, l’esercizio fisico non riguarda solo la sfera esteriore, ma rimane un punto fermo della salute, compresa quella mentale. Muoversi è utile tutto l’anno, compreso nella stagione calda, ovviamente con le dovute accortezze.
Se gli impegni lavorativi e sociali ci oberano e non riusciamo a trovare tempo da dedicarvi, ingegniamoci: muoviamoci di più a piedi, seguiamo consigli degli esperti per allenarci a casa. Se possibile, non rinunciamo alla palestra, possiamo adattarla alla stagione in corso. Ne va del regolare rilascio di endorfine, del provare meno stress, del liberare la mente da preoccupazioni; ne vale la pena!

Essere realisti.

Si può essere preoccupati per un obiettivo, può darsi che esso arrivi a consumarci in maniera preoccupante. Ad esempio, si potrebbe essere ossessionati per un potenziale affare commerciale, per un litigio causa ferie stagionali con un collega, per una bega familiare. Il trucco è prendere coscienza ci ciò che accade, essere realisti, capire che alcuni episodi sono di natura normalissima, che alcune “vette” possono rimanere inavvicinabili, che le emozioni vanno ascoltate e la comunicazione migliorata.
È certamente rinvigorente, specialmente quando il periodo è più “solare”, intraprendere iniziative diverse, buttarsi in nuove esperienze, ma non c’è nulla di male nel farne un piano realistico. Può essere allettante stabilire determinati traguardi che ci ispirano, ma tastandone la relativa fattibilità. Essere in grado di “sognare mantenendosi con i piedi per terra” può aiutare tremendamente la salute mentale.
Accettiamo una risposta negativa, non disperiamo se una volta ci capita di fallire, non crucciamoci se i nostri giorni di vacanza hanno subìto un cambiamento, fissiamo obiettivi economicamente-temporalmente-materialmente realistici.

Fare qualcosa di diverso.
Si parlava di lanciarsi in qualcosa di non ordinario per noi stessi, ma che sia comunque fattibile. Spesso la vita può diventare tediosa, con una routine eccessivamente concreta. Quindi, perché non provare a cambiare qualcosa?
Potrebbe essere utile prendere un drink con alcuni vecchi amici che non si vede da anni, magari cambiando il bar dove ci si reca di solito. Se tempi e costi ce lo permettono, si può prendere in considerazione l’idea di fare un viaggio improvviso, ad esempio in un week-end, deciso in maniera spontanea, magari diverso dalle mete che vorremmo frequentare di solito. Oppure ci si può impegnare in una nuova ricetta, si può iniziare un nuovo hobby, ascoltare della musica per noi inusuale.
Si può davvero aumentare il proprio benessere psicologico con la giusta varietà di attività che non si sono prima considerate.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com