Tpl, l’aut aut della Regione ad Atm: “Paghi gli oneri previdenziali o rescindiamo il contratto”

La Filt-Cgil ha annunciato che “avanzerà uno stato di agitazione del personale che attende anche il pagamento dell’ultima retribuzione”

Sul trasporto pubblico locale la Regione Molise, tramite l’assessore al ramo, Quintino Pallante, lancia l’aut aut all’Atm: se non paga quanto dovuto – con comunicazione e documentazione non oltre 5 giorni dal ricevimento della nota – il contratto verrà risolto. Il pomo della discordia è l’omesso versamento di oltre 540mila euro, da parte della stessa società che gestisce il servizio, della quota contributiva al fondo di previdenza complementare cui i lavoratori hanno aderito, ovvero il fondo Priamo.

Lo scorso 20 ottobre la Filt-Cgil, in una conferenza stampa a tema, aveva annunciato che l’Atm era stata oggetto di una segnalazione all’Ispettorato nazionale e territoriale del Lavoro, all’Inps e alla Regione Molise in merito a questo mancato versamento. La stessa organizzazione sindacale, infine, ha già annunciato che “avanzerà uno stato di agitazione del personale che attende anche il pagamento dell’ultima retribuzione”.