Tour dei murales degli studenti del “Pieralli” di Perugia in gita a Campobasso (FOTO)

Pma

CAMPOBASSO

Campobasso diventa meta di gite culturali grazie ai suoi murales. Una pinacoteca a cielo aperto che sta iniziando davvero a suscitare grande interesse, non solo nazionale ma anche internazionale. Tutto è partito dall’Associazione Malatesta guidata da Nino Carpenito, con il progetto sociale Draw The Line, il festival che da anni permette di lavorare alla riqualificazione urbana del capoluogo di regione attraverso l’arte di strada.

Questa mattina sono arrivati a Campobasso gli studenti del Liceo di Scienze Umane Pieralli di Perugia. Dopo aver visitato Matera, hanno optato per il tour tra i murales di Campobasso. A fare da cicerore proprio Nino Carpenito, accompagnato dall’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Campobasso, Alessandra Salvatore. Negli ultimi due anni, infatti, il Comune ha collaborato con l’associazione Malatesta nell’intento di portare avanti un progetto di rigenerazione urbana e street art legata ai Misteri. A maggio nuovi murales nel quartiere di Fontana Vecchia. Due artisti scelti tramite il bando del Comune di Campobasso e due artisti internazionali daranno un nuovo volto alle mura dei palazzi del quartiere. Ed oltre a valorizzare l’identità di Campobasso che ruota intorno ai Misteri del Di Zinno, lo scopo è anche quello di dare nuovi imput ai giovani di uno dei tanti quartieri interessati dal problema della droga in città.

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli