Torella del Sannio, si apre il 23 novembre la tre giorni di eventi contro la violenza sulle donne

In occasione della Giornata internazionale del 25, l’associazione “Allerot”, in collaborazione con il Comune, l’Ordine degli Psicologi del Molise, la Pro Loco “Tre Torri” e le associazioni “Un sorriso per Adriana”, “Memo Festival della Lettura Francesca”, “Be Free” e “Monongah” promuove l’evento “Non sei sola”

In occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle Donne”, del prossimo 25 novembre 2022, l’Associazione “Allerot”, in collaborazione con il Comune di Torella del Sannio, l’Ordine degli Psicologi del Molise, la Pro Loco “Tre Torri” e le associazioni “Un sorriso per Adriana”, “Memo Festival della Lettura Francesca”, “Be Free” e “Monongah” promuove l’evento “Non sei sola”, che si terrà dal 23 al 26 novembre.

Un primo evento teso ad educare e sensibilizzare i cittadini e gli studenti su un argomento di primaria importanza, volto a realizzare un vero e proprio progetto di prevenzione primaria a favore del comune di Torella Del Sannio  e dei paesi limitrofi.

Il 23 Novembre è previsto un incontro-dibattito che si terrà presso la Sala Convegni “Don Antonio Cerrone” a cura della dott.ssa Carla Ciamarra, psicoterapeuta, e in collaborazione l’istituto comprensivo “G. Barone” di Torella del Sannio.

Il 25 invece si ricorderanno le vittime del femminicidio con il posizionamento di “panchina rossa” a Torella del Sannio, al fine di ricordare un “posto occupato” da una delle tante donne vittime del femminicidio, un segno tangibile volto a rappresentare un’assenza causata dalla violenza.

In linea con il progetto “Scarpe Rosse” (Zapatos Rojas), della messicana Elina Chauvet, che ha trasmesso un forte sentimento di realtà̀, di dolore ma anche di forza verrà realizzato “Il Muro delle Scarpe Rosse”, una distesa di scarpe rosse che identificano la molteplicità delle violenze, delle morti e dei maltrattamenti che le donne hanno subito nella loro vita. Ogni paio di scarpe vuole rappresentare una storia di paura ma caratterizza anche l’enorme forza di volontà̀ nel voler combattere questa paura e questo dolore per far sì che questo orrendo fenomeno sia fronteggiato in modo concreto e con l’obbiettivo di sconfiggerlo definitivamente, facendosi che la Donna sia rispettata per la bellezza del suo essere e non avversata da chi pensa di poterla tenere schiava di preconcetti e idee malate.

La manifestazione si concluderà il giorno 26 Novembre, sempre presso la sala convegni comunale, con un convegno finale che vedrà la partecipazione di numerosi ed importanti relatori.