Terremoto: si riuscirà a costruire strutture che non lo temono

di Gianni Colella
Il territorio italiano è uno dei più colpiti in europa dai terremoti a causa della sua posizione geografica. Con il passare degli anni questi fenomeni stanno aumentando a causa della pressione della placca africana che spinge il nostro territorio verso la placca asiatica. Le zone italiane con più alto rischio sismico sono le regioni appenniniche dove si sono registrati numerosi terremoti negli ultimi 20 anni. Forse la causa dei numerosi danni da essi provocati è la realizzazione di strutture non adeguate a questi eventi calamitosi.
Da prendere come esempio è il Giappone dove le strutture, costruite con un alto livello antisismico, contrastano e resistono a terremoti di entità di gran lunga superiori a quelli che avvengono in Italia.
Si riuscirà a migliorare ed adeguare le strutture già esistenti?