Terremoto, scuole chiuse a Sant’Elia. Verifiche a Pietracatella epicentro del sisma

Le decisioni delle due ammninistrazioni comunali dopo la scossa di magnitudo 3.7 che si è verificata nella notte

Scuole chiuse a Sant’Elia a Pianisi e accertamenti a Pietracatella, l’epicentro del terremoto che si è verificato all’1.49 di questa notte 18 maggio.

Sono le decisioni delle due amministrazioni comunali dopo la scossa di terremoto. La magnitudo registrata dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia è stata di 3.7. Un sisma avvertito distintamente in tutta la provincia di Campobasso e principalmente nel capoluogo di regione dove molte persone si sono riversate in strada. (QUI IL PRIMO ARTICOLO)

“Vista la scossa di terremoto avvertita stanotte con epicentro del territorio di Pietracatella – affermano dall’amministrazione comunale – sono stati effettuati tutti i sopralluoghi presso il centro abitato e gli edifici scolastici e tutto risulta essere a norma. Pertanto non si ravvisano problematiche. Per segnalazioni danni i disagi è possibile rivolgersi agli uffici comunali”.

Invece scuole chiuse a Sant’Elia in via precauzionale per la giornata di oggi, 18 maggio. “Vista la scossa di terremoto di magnitudo 3,7, verificatasi nella notte con epicentro Pietracatella, l’Amministrazione comunale ha deciso di sospendere tutte le attività didattiche della giornata odierna in via cautelativa, con l’auspicio che non vi siano ulteriori manifestazioni sismiche”.