Termoli Open Cup, 3 km in acque libere: la Hidro Sport si mette in luce

La spiaggia antistante il lido Cala Sveva ai piedi dello stupendo scenario del castello e delle mura antiche di Termoli, ha fatto da perfetta scenografia naturale alla prima edizione della “Termoli Open Cup”, la 3 km di nuoto in acque libere organizzata dalla Delegazione Regionale della Fin. Nelle acque adriatiche della cittadina molisana un nutrito gruppo di atleti ed atlete provenienti dal centro e sud Italia, sia per le categorie Agonistiche che per il settore Master, si sono dati battaglia in un percorso ben delimitato dalle boe e che si è snodato in un circuito di 1500 metri da eseguire 2 volte.

Folta la rappresentanza degli atleti della Hidro Sport protagonisti di una prestazione generale di ottimo livello. Giovanni Oriente, atleta Junior del 2004, reduce da un periodo di intensa preparazione in vista degli imminenti Campionati Italiani Assoluti di Piombino, ha fatto un probante test di “rifinitura”, lottando spalla a spalla per la vittoria finale con il quotato Matteo Mannelli (del 2002) appartenente alla società toscana della Virtus Buonconvento. La competizione si è risolta sostanzialmente in un lungo sprint lanciato già a 500 metri dal traguardo, che ha visto l’atleta toscano concludere in 34’02”6 davanti appunto al portacolori giallo-blu, secondo assoluto e primo Junior, in 34’22”8.

Molteplici i successi nelle varie categorie per gli atleti della Hidro Sport a partire da Francesco Marra che si è imposto nella categoria Esordienti A (50’36”6) davanti al proprio compagno di team Vladislav Khamchuk (50’47”1); nella categoria Ragazzi successi per Alessandro Catelli (38’23”2) in ambito maschile e Francesca Bellucci (50’23”1) in quello femminile; Jacopo Petacciato (39’38”8) è stato secondo nella categoria Juniores dietro al compagno Oriente; Federica Benenati ha vinto la categoria Cadette (48’28”2).

Nel settore Master vittoria e notevole prestazione tecnica da parte di Antonella Di Mario nella categoria M55 che ha coperto la distanza in 58’13”1; tra gli M35 argento per Vincenzo Sarli (1h00’51”0); argento anche per Elia Carlone tra gli M40 (52’05”5) e per Luca Egidio Scatena tra gli M50 (53’56”4) con Demetrio Mendozzi (1h00’08”6) quinto in questa stessa categoria.