Termoli ‘città che legge’, risultato ottenuto per il secondo anno consecutivo

Il comune costiero tra i centri che attuano sul territorio politiche pubbliche di promozione della lettura, sostenendone la crescita socioculturale

Per il secondo biennio consecutivo il Comune di Termoli figura tra i 718 Comuni italiani che hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge”. 

È on line l’elenco stilato dal “Centro per il Libro e la lettura”, in collaborazione con l’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), che promuove e valorizza la qualifica di “Città che legge” tra tutti quei centri che attuano sul territorio politiche pubbliche di promozione della lettura, sostenendone la crescita socioculturale della città. 

Ai Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento è riservata la partecipazione al bando di finanziamento “Città che legge” per progetti meritevoli che hanno come obiettivo la promozione del libro e della lettura.

“Siamo felici – ha detto l’assessore alla Cultura del Comune Michele Barile – che Termoli abbia ottenuto, per il secondo biennio consecutivo, la qualifica di Città che Legge. Attraverso il Patto per la Lettura, continueremo ad attivare percorsi per promuovere la lettura e a realizzare progetti con l’obiettivo di diffondere e accrescere l’amore per i libri. Ringrazio tutte le librerie, le istituzioni scolastiche e le associazioni, che continuano a diffondere, attraverso questo ambizioso progetto, l’amore per la lettura”.