Tenta di introdurre due micro telefonini in carcere (ma sbaglia la mira) e fugge

Ancora un tentativo di introdurre nel carcere di Campobasso dei telefoni cellulari. L’episodio, accaduto nelle scorse ore, è venuto a galla grazie anche ai regolari servizi di prevenzione  coordinati dal vice comandante Calcutta. Stando alla ricostruzione effettuata dagli inquirenti una persona (con cappellino rosso e gilet) si è posizionata nei pressi del muro di cinta della casa circondariale e ha provato a lanciare all’interno un involucro contenente due micro telefonini e un lucchetto (quest’ultimo è stato aggiunto per aumentare il peso dell’involucro stesso). Il lancio però non è andato a buon fine. L’involucro con i due micro cellulari infatti è finito tra le transenne e il muro di cinta ed è stato recuperato dagli agenti della polizia penitenziaria. Sul posto anche gli agenti della Scientifica. Contestualmente è partita anche la caccia all’uomo che ha tentato di introdurre l’involucro all’interno del carcere. Al via anche le indagini per cercare di risalire ai “destinatari” dei cellulari.