Strage in discoteca, Eugenio ancora in coma: resta la prognosi riservata

Individuato il minorenne che ha spruzzato lo spray al peperoncino scatenando la tragedia

Omega Point

Resta in coma farmacologico Eugenio Bove, il diciottenne campobassano rimasto gravemente ferito nella tragedia di venerdì notte alla discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo nelle Marche prima del concerto del trapper “Sfera Ebbasta”. Dal bollettino diramato dall’ospedale Torrette di Ancona si apprende che le condizioni dei sei feriti gravi con traumi toracici e cranici, – tra cui il giovane campobassano, – sono stabili, ma resta la prognosi riservata. Nella notte di sabato non ci sarebbero state complicazioni per i pazienti ricoverati in Rianimazione e Terapia intensiva di Cardiochirurgia dell’ospedale Torrette. Oltre ad Eugenio Bove, altri cinque campobassani erano presenti al concerto di “Sfera Ebbasta”, e una famiglia di quattro persone originaria di Termoli. Ma per loro solo tanta paura. La folla impaurita e il crollo della balaustra all’uscita posteriore della discoteca nella notte di venerdì hanno portato alla morte di sei persone: cinque adolescenti ed una giovane madre. Il panico si è scatenato per via di uno spray urticante spruzzato nella discoteca da un ragazzino. Si tratta di un minorenne della provincia di Ancona, individuato grazie alle testimonianze di alcuni ragazzi. Presto sarà interrogato e dovrà rispondere dell’accusa di omicidio preterintenzionale. Secondo il figlio di uno dei gestori del locale, il gesto sarebbe scaturito dalla volontà di rubare una catenina.

L’aria resa irrespirabile per via dello spray ha provocato il panico nella discoteca di Corinaldo e alla fine i risultati devastanti. Il pensiero va alla tragedia del 3 giugno 2017 in piazza San Carlo a Torino in occasione della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid e apre nuovamente il dibattito in Italia sulle misure di sicurezza in occasione degli eventi pubblici. Così come la riflessione sul fenomeno “trap” e sulla sua influenza sugli adolescenti di oggi. Intanto, per quanto riguarda la strage alla “Lanterna Azzurra” indagini e sopralluoghi ancora in corso. E a Campobasso, stando alle notizie dell’ultima ora, sarebbe stato annullato un evento programmato in un locale della città nella notte di ieri. Avrebbe dovuto esibirsi un altro trapper, Achille Lauro.

Omega Point

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli