Strage di cani, un’altra morte sospetta a Busso. Indagini in corso

Ancora una cagnolina trovata senza vita a Busso. E’ l’ennesima segnalazione che arriva dopo che alcune settimane fa in paese si era verificata una strage di randagi e di cani padronali. Stando a quanto riportato da Primo Piano Molise la cagnolina è stata trovata senza vita fuori dal centro abitato. A seguito della segnalazione, come avviene solitamente in caso di ritrovamento di carcasse animali, il corpo della cagnolina è stato affidato ai veterinari dell’Asrem che so- no attualmente al lavoro per risalire alle cause del decesso. Al momento, come conferma il sindaco Palmieri, «non si ha alcuna certezza che la morte sia stata causata da esche avvelenate. Secondo i primi esami, infatti, non si esclude che la cagnolina possa aver ingerito qualche alimento particolare che le ha causato delle reazioni avverse fino a condurla alla morte. Siamo in attesa di riscontri da parte dei veterinari dell’azienda sanitaria. Nel frattempo abbiamo già provveduto a bonificare la zona». L’ennesimo ritrovamento, però, ha scosso la comunità nella paura che si possa trattare dell’ennesimo atto vile nei confronti degli animali per mano della stessa persona che, a fine maggio, ha distribuito lungo la strada provinciale che collega Busso con Campobasso esche avvelenate contenenti del liquido antigelo e veleno per topi.