Strada “sgarrupata” ma strategica. Un percorso ad ostacoli

I residenti chiedono da anni interventi di manutenzione

C’è una strada in Molise che dalla Bifernina s’inerpica fino ad arrivare a Montagano, una lingua d’asfalto (si fa per dire..) lunga una decina di chilometri che si snoda fra strette curve, boscaglia e qualche caseggiato.
Un’arteria strategica per chiunque la utilizzi perché abbrevia i tempi di percorrenza. Lungo quei dieci chilometri si sono insediati da anni diversi nuclei abitativi (una decina) i cui componenti lamentano da tempo le cattive condizioni del manto stradale.

Quella è la Strada Provinciale 73/A Dir. 1: buche profonde, pezzi erosi di asfalto, avvallamenti. Condizioni che mettono a dura prova i mezzi che la percorrono e, in qualche modo, anche la sicurezza degli automobilisti.

Così come la stessa denominazione fa intendere, è un’arteria stradale di competenza della Provincia di Campobasso. Il medesimo ente al quale più volte i residenti si sono rivolti per chiedere interventi di manutenzione. Ma, a quanto pare, con scarsi risultati. Gli stessi residenti hanno inteso informarci anche che lungo quei 10 chilometri, a valle verso la Bifernina, c’è un tratto che pare non sia percorribile se non muniti di regolare autorizzazione.

Eppure quel tratto “sgarrupato” è così utile alle aziende agricole stanziali, ai mezzi che passano per andare a rifornire le attività commerciali di Montagano, che è difficile farne a meno. Il tutto nell’indifferenza generale!