Istat. Occupazione 2017, cresce ovunque tranne in Molise e Basilicata

Meetness

Impietosi i dati Istat anche per quel che concerne il dato di disoccupazione registrato nel 2017 in Molise. Pare infatti, che nel Mezzogiorno l’occupazione sia stata segnata dal segno più un po’ ovunque tranne che in Basilicata con il -0,8 punti e in Molise con il -0,2%. Gli incrementi più rilevanti si segnalano in Calabria (+1,2), Abruzzo (+1,1%) e Campania (+0,9%).

Mentre, rispetto al 2016 il tasso di disoccupazione si riduce in quasi tutte le regioni, specie in Calabria (-1,6 punti), con l’eccezione di Molise e Campania (nell’ordine +1,8 e +0,6 punti).

Tuttavia, il tracollo maggiore del tasso di occupazione si registra nella provincia di Foggia con il -2,5% contrariamente alle città metropolitane di Bari e Palermo, e nelle province di Vibo Valentia e Caltanissetta dove la disoccupazione si riduce di oltre tre punti. La crescita, invece, è pronunciata a Foggia, Enna, Trapani e Isernia (tra 7,9 e 3,1 punti).

Nei grandi comuni del Mezzogiorno il tasso di occupazione aumenta dappertutto fatta eccezione per Catania (-0,8 punti); la crescita dell’indicatore è inoltre più sostenuta nei comuni di Bari e Napoli (+2,3 e +1,7 punti). Il tasso di disoccupazione diminuisce nei grandi comuni di Palermo e Bari (-3,8 e -2,1 punti) mentre aumenta a Napoli, Messina e Catania (rispettivamente +3,9, +3,2 e +1,6 punti).

 

Meetness

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli