Sporting Venafro, quinto stop consecutivo. Il girone di ritorno parte senza sorrisi

Il 2023 continua ad essere tabù per lo Sporting Venafro che incappa nel quinto stop consecutivo e deve cedere nuovamente di fronte ad un Casagiove, che si conferma ‘bestia nera’ per il quintetto di Rizzo sempre uscito sconfitto nelle tre sfide con i campani tra Coppa della Divisione e campionato con location sempre differenti.

Stavolta, sul parquet del PalaWojtyla a San Sebastiano al Vesuvio, i bianconeri provano ad invertire l’inerzia, ma vanno a sbattere contro un Fuschino particolarmente attento. Sul fronte di casa, invece, è Della Corte il grande protagonista della prima frazione con una tripletta. Nella ripresa, il team venafrano prova a riportarsi in carreggiata e, con una doppietta di Zancanaro (il primo gol su punizione, il secondo con i padroni di casa in inferiorità numerica per l’espulsione di Sabino), si riportano sotto. Pietroniero riporta a più due i padroni di casa.

Giliberti prova a rimettere in corsa i venafrani, ma Calvitta sigla il nuovo più due. A quel punto, mister Rizzo prova l’opzione del ‘gioco a cinque’ con Cimino portiere di movimento. I bianconeri però non finalizzano e ora avranno due settimane per risistemare la situazione e proiettarsi sul confronto interno di fine mese contro il Napoli Barrese terzo della classe.