Sisma, Occhionero (IV): soddisfazione recepimento proposte, meglio tardi che mai

«Non posso che esprimere soddisfazione per la decisione del Consiglio dei ministri di mettere in atto la mia proposta commissariale per il “sisma Molise”. Meglio tardi che mai».

Lo ha dichiarato la deputata molisana di Italia Viva Giuseppina Occhionero, prima firmataria dell’emendamento che aveva trovato contrari anche PD e Movimento Cinque Stelle. «Italia Viva propone soluzioni concrete. La bocciatura del mio emendamento al Dl Rilancio, che proponeva di porre il “sisma Molise”, un cratere più piccolo di altri ma di sicuro rilievo, nell’ambito della Struttura Commissariale già esistente ed operante per il sisma del 2016 nelle Regioni dell’Italia centrale, è stata una decisione miope. L’emendamento – spiega – aveva lo scopo di superare i ritardi e di assicurare i diritti costituzionali delle popolazioni locali colpite dagli eventi sismici del 14 e 16 agosto del 2018. L’azione commissariale, affidata al presidente di Regione, a cui – sottolinea- auguriamo buon lavoro, garantisce il superamento delle difficoltà burocratiche in cui è impantanata la ricostruzione attraverso una struttura con esperienza già maturata. Una scelta che assicura il massimo coordinamento negli interventi e allo stesso tempo razionalizzazione ed efficienza dell’azione amministrativa in territori diversi ma con caratteristiche simili. Ci aveva stupito e amareggiato la contrarietà dimostrata in Parlamento alla soluzione proposta da Italia Viva e già presente in una proposta di legge a mia prima firma depositata alla Camera. Ora siamo soddisfatti, non perché il governo ci ha dato ragione, ma perché, finalmente, si compie un atto concreto in favore di un territorio martoriato e delle cittadine e dei cittadini che ancora aspettano risposte», conclude.