Sicurezza nelle farmacie, Federfarma Molise scrive ai Prefetti

È notizia di oggi l'arresto dei due giovani che hanno portato a segno il colpo nell'esercizio di Mirabello l'11 giugno scorso, ora ai domiciliari

Il presidente di Federfarma Molise, Luigi Sauro, in una nota sollecita i Prefetti di Campobasso e Isernia affinchè si focalizzi l’attenzione delle autorità a protezione dell’operato dei farmacisti nelle diverse attività dislocate sul territorio. Un invito quello di Sauro che arriva proprio in concomitanza dell’arresto dei due giovani, ora ai domiciliari, accusati di essere gli autori del colpo alla farmacia di Mirabello avvenuta l’11 luglio scorso.
«È indiscutibile come le farmacie siano realtà fondamentali ed insostituibili sul territorio – si legge nella nota inviata da Federfarma alle autorità -, rappresentando importantissimi presidi socio-sanitari, assolutamente vitali per l’utenza, soprattutto nell’ambito delle piccole comunità». Ne consegue che, si legge, «siano però nel contempo caratterizzati da particolare vulnerabilità, acuita dalla stessa funzione sociale che essi». Ciò con riferimento alle «recenti rapine, di per sé pericolosissime, oltre che gravi anche nelle modalità esecutive, incutono ormai nei gestori farmaceutici paure e timori a causa della loro minorata difesa, e quotidiane ansie nello svolgimento delle loro funzioni, peraltro caratterizzate, com’è noto, dallo svolgimento di un pubblico servizio, dunque obbligatorio oltre che imprescindibile». Dunque, l’appello alle autorità: «devo dunque rivolgermi pressantemente alle ss.vv. affinché venga organizzata e disposta una capillare, ben incisiva e comunque maggiore tutela nei confronti delle farmacie territoriali, a mezzo di più pressante presenza della forza pubblica o comunque di più incisivi disponendi controlli. Inoltre, ed in ogni caso, devo chiedervi un incontro con me ed i vertici della “Federfarma” onde approfonditamente affrontare la problematica ed adottare le più opportune ed efficaci soluzioni affinché gravissimi episodi delittuosi come quelli verificatisi possano essere preventivamente scongiurati».
É cosa nota che le farmacie del Molise, piccola regione italiana con poco più di 300mila abitanti dislocati su 4.460 chilometri quadrati, vale a dire una densità abitativa di 68 abitanti per chilometro quadrato, sono state oggetto – nonostante il miglioramento del trend nazionale – di una spirale di violenza ed episodi criminali.

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com