Si prescriveva medicine stupefacenti dopo aver rubato le ricette in bianco

Nei guai un infermiere in servizio presso una pubblica struttura sanitaria molisana

REDAZIONE

Furto, truffa aggravata è falso. Queste le accuse per un infermiere in servizio presso una pubblica struttura sanitaria molisana, denunciato in stato di libertà dai carabinieri del NAS di Campobasso. E’ stato accertato che l’uomo, durante i turni di lavoro, rubava le ricette mediche in bianco e poi le falsificava a nome di ignari pazienti, prescrivendo medicinali ad azione stupefacente per uso personale che andava a ritirare presso la stessa farmacia. In totale sono state 45 le ricette falsificate e sequestrati dai Carabinieri che hanno anche contestato al titolare di una farmacia una violazione amministrativa per dispensazione di medicinali ad azione stupefacente mediante esibizione di ricette mediche non conformi.