Settimana europea per la riduzione dei rifiuti: installazione della prima ‘Panchina Non Ostile’

Nell’ambito delle attività programmate dall’Amministrazione comunale di Campobasso in concomitanza con la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, domani mercoledì 23 novembre, alle ore 10:30, presso l’area di sgambamento cani di Parco dei Pini, verrà installata la prime delle 10 panchine “Non Ostili”, realizzate con materiali di recupero, a cura del Laboratorio Educativo “Bottega del Legno” dei Centri Socio Educativi Unificati (CSEU) ‘G. Palmieri e Peter Pan’, nell’ambito di un progetto di ‘amministrazione condivisa’ con il Comune di Campobasso.

Le panchine realizzate saranno installate, con cadenza mensile, in aree verdi della Città e avranno il triplice obiettivo di contribuire all’arredo dei parchi urbani, rappresentare un’opportunità educativa per gli utenti dei CSEU e trasmettere i principi del Manifesto della comunicazione non ostile.

Per gli utenti che hanno partecipato alla realizzazione delle panchine si vuole rendere visibilità delle loro capacità e competenze, elevando il senso di autorealizzazione nel vedere i loro prodotti far parte dell’arredo urbano della città di Campobasso.

Le panchine sono state realizzate Presso i CSEU G. Palmieri e Peter Pan dove sono attivi diversi laboratori occupazionali, tra cui quello di Bottega del Legno, dove gli utenti possono sperimentare le proprie abilità manuali e creative, particolarmente utili alle persone con disabilità in quanto contribuiscono al mantenimento ed alla acquisizione di abilità personali, favoriscono la collaborazione di gruppo, stimolano la capacità di espressione.

Il materiale impiegato nel laboratorio di Bottega è principalmente il legno di recupero reperito attraverso una rete sociale. È un laboratorio ‘Ecologico’ perché l’utilizzo di materiali di recupero e la stimolazione della cultura del riciclo influenzano positivamente la comprensione dei principi del riuso e di lotta allo spreco, riconosciuti tra i corretti stili di vita e per il rispetto dell’ambiente. Questa modalità di interscambio con le reti sociali del territorio, la “comunità che si prende cura di se stessa”, è utile a promuovere i principi di autorealizzazione e autopromozione delle Persone con Disabilità.

Seguendo l’idea per cui il modo di comunicare è molto importante per avere delle buone relazioni, i CSEU hanno scelto di aderire al Manifesto della Comunicazione non Ostile dell’associazione Parole Ostili. Ogni panchina realizzata avrà un riferimento artistico ad uno dei 10 principi del seguente manifesto, nella speranza di promuovere uno stile di comunicazione sano ed, appunto, non ostile.