Servizio idrico integrato, «Si revochi l’affidamento provvisorio fino alla gara»

La richiesta contenuta nella mozione protocollata da Ciarniello all’attenzione del sindaco e della Giunta

REDAZIONE TERMOLI

La mozione impegna «il sindaco, anche nella qualità di massima autorità sanitaria della città, e la Giunta comunale di revocare l’affidamento provvisorio del servizio idrico fino all’individuazione tramite la espletanda gara di evidenza pubblica del nuovo gestore». Si torna a discutere della questione relativa all’affidamento del servizio idrico integrato a Termoli. A sollevare nuovamente la questione è stato il consigliere comunale della Lega, Annibale Ciarniello, che ha protocollato una mozione a propria firma indirizzata al primo cittadino, Angelo Sbrocca. Sotto la lente la questione relativa al servizio. Nella mozione Ciarniello ripercorre tutta la cronistoria della gestione del servizio idrico integrato ricordando che nel 2017 è stata disposta «l’ennesima proroga al servizio idrico integrato in capo alla Crea fino al 2018 proroga che è stata impugnata al Tar Molise dalla stessa Crea che riteneva sostanzialmente illegittimo l’operato dell’amministrazione comunale» e la decisione di affidare in via provvisoria il servizio. Per il consigliere comunale «non sussiste la necessità di affidare in via provvisoria un servizio così delicato per poi riaffidarlo al vincitore della gara d’appalto. La Crea Gestioni – afferma Ciarniello nella nota – non potrà esimersi dal proseguire il servizio fino all’individuazione del nuovo gestore». Di qui la richiesta di Ciarniello al sindaco e alla Giunta di revocare l’affidamento provvisorio fino all’individuazione del nuovo gestore.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com