“Sensibilizzare ed educare contro la violenza sulle donne”. Il convegno dell’Ordine degli Psicologi tra speranze ed iniziative (VIDEO)

“Le violenze: l’importanza della rete”. Questo il titolo scelto dall’Ordine degli Psicologi del Molise, che questo pomeriggio all’ex Gil ha organizzato un convegno nell’ambito della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Dai dati allarmanti alle iniziative, con uno sguardo al futuro e alle misure di prevenzione, l’incontro è servito per fare quadrato sul problema, mai sopito. “Partiamo dal concetto della sensibilizzazione – ha spiegato la presidente dell’Ordine Alessandra Ruberto – ci concentriamo su vari tipi di abusi: economico, fisica, psicologico. Siamo qui per ribadire l’importanza della tematica. Nonostante il calo degli omicidi, fattore incoraggiante, il tasso dei femminicidi presenta un aumento preoccupante che non va ignorato. Una donna su tre subisce violenza fisica o psicologica. Questa piaga merita una attenzione particolare. E aggiungiamo come priorità la parola educare, fin dall’infanzia, al rispetto verso l’altro e verso chi è fragile”.

Nel corso del convegno è intervenuta anche Filomena Calenda, assessore regionale che coordina il tavolo regionale Antiviolenza. “L’istituzione del tavolo di confronto è una buona risorsa – ha spiegato in apertura – credo e continuo a credere che la strada sia ancora troppo lunga, meritevole di sforzi. Dobbiamo iniziare prima di tutto a lavorare sulle scuole. Insisto sulla prevenzione: le violenze sulle donne rappresentano un pericoloso retaggio culturale”. Dall’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Campobasso, Luca Praitano, è invece giunta una interessante proposta. Aiuti e attenzioni mature sul problema, ma anche educazione alle emozioni, nella comprensione approfondita dello stesso. “Molto spesso si manifesta l’incapacità nel riconoscere le proprie emozioni anche negli aspetti relazionali. Ciò può portare a violenze o a scarso rispetto dell’altro. Cercherò di dare un contributo – il monito di Praitano – affinchè nasca un percorso di questo tipo negli istituti scolastici”. le.lo.