Senologia, il giorno della verità

Oggi i commissari alla sanità arrivano a Isernia. Ad attenderli cittadini, associazioni e politici

Zoo Vet Before

Il grande giorno è arrivato. Isernia è pronta a fare le barricate per difendere il suo ospedale. In concomitanza con l’arrivo dei commissari alla sanità presso l’ospedale “F. Veneziale” di Isernia, cittadini e amministratori questa mattina sono pronti a far sentire la loro voce in difesa del reparto di senologia, a rischio chiusura e, in generale, del presidio sanitario del capoluogo pentro. Un appuntamento che assume un valore ancor più importante dopo la notizia dello “sfratto” ricevuto dai medici del reparto di senologia, Francesca Scarabeo ed Ettore Rispoli, da parte dell’Asrem. I giochi, dunque, sembrano ormai fatti per il reparto isernino, ma i cittadini e il comitato “In seno al problema” non ci sta ed è pronto alle barricate. Già lo scorso 18 aprile molti isernini (e non solo) si erano fatti trovare dinanzi ai cancelli del “Veneziale” per protestare contro il ridimensionamento della sanità pubblica. In quell’occasione i commissari diedero forfait all’ultimo istante.

Ma oggi Giustini e Grossi arriveranno a Isernia per ascoltare i professionisti che operano nel reparto e i vertici locali dell’Asrem. Ad attenderli oggi, come lo scorso mese, non solo tanti cittadini ma anche diversi amministratori locali ed esponenti politici. Hanno già dato conferma di esserci tutti i vertici provinciali del Partito Democratico, il sindaco di Isernia, Giacomo d’Apollonio, il presidente della Provincia, Lorenzo Coia e il consigliere regionale, Filomena Calenda. Prevista anche la presenza di una folta delegazione di studenti, pronti allo sciopero di massa. Intanto hanno confermato il loro sostegno all’iniziativa di protesta, con inizio alle 9.30 di oggi, anche alcune associazioni tra cui “Le Mamme per la Salute” di Venafro. «Il reparto di senologia – fanno sapere dal sodalizio – è un presidio importantissimo di cui è prevista la delocalizzazione. Scelta assolutamente non condivisibile, soprattutto dalle tante donne colpite dal tumore al seno, una patologia in netto aumento nella Valle del Volturno come evidenziato il 12 novembre scorso dal dottor Fabrizio Bianchi del CNR di Pisa che ha presentato un preliminare di studio epidemiologico. La difesa della salute prevede anche la difesa dei presidi pubblici di cura».

Zoo Vet After

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com