“Scuole sicure”, venerdì l’apertura delle buste

Si terrà a Palazzo San Giorgio la seduta pubblica per assegnare i lavori per la costruzione dei nuovi plessi

CAMPOBASSO

Il concorso di idee denominato “Scuole Sicure” Igino Petrone, Cep Nord, Crispi, per la progettazione di scuole innovative nel Comune di Campobasso si avvia al termine. Venerdì 18 gennaio, infatti, alle 9.30, si terrà la seduta pubblica di apertura delle buste amministrative dei concorrenti che hanno presentato la proposta per il concorso. In totale sono 34 i progetti arrivati a Palazzo San Giorgio per aggiudicarsi i lavori per la creazione dei tre plessi Igino Petrone, Cep nord, Crispi. La volontà dell’amministrazione è quella di realizzare tre scuole innovative che non siano solo sicure ma che possano assolvere anche ad una funzione sociale come punti civici per l’arricchimento dei quartieri coinvolti. Le scuole dovranno essere innovative da un punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica, caratterizzate dalla presenza di nuovi ambienti di apprendimento e dall’apertura al territorio. Venerdì, quindi, nella Sala Civica del Palazzo di città, in Piazza Vittorio Emanuele 29, alla presenza dei tecnici comunali, della commissione aggiudicatrice e delle ditte che hanno partecipato, saranno premiati i 3 vincitori, liberi professionisti, del concorso di idee “Scuole sicure”. Dopo l’aggiudicazione dei progetti, ci saranno gli appalti con la progettazione esecutiva e definitiva a 3 ditte. «Abbiamo cercato di realizzare, nel tempo, tutti gli obiettivi che ci eravamo posti con la consapevolezza dell’importanza primaria dell’edilizia scolastica» le parole del vicesindaco Bibiana Chiercia. «In tutta Italia le scuole sono piene di criticità e da noi la situazione è molto particolare. Abbiamo spostato 11 milioni di euro della delibera Cipe sull’edilizia scolastica per garantire a tutti gli studenti scuole sicure e all’avanguardia» ha detto ancora. «Con la realizzazione, si spera nel minor tempo possibile, dei tre nuovi plessi scolastici, crescerà anche la nostra città» ha concluso Bibiana Chierchia.

MA.TA.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com