Scuole, il comune cerca nuove strutture idonee. In Commissione opposizioni pronte a collaborare

L’emergenza Covid-19 ha interrotto la lunga serie di sopralluoghi sugli edifici scolastici che l’amministrazione comunale di Campobasso aveva messo in agenda. Si lavora, tuttavia, sulla possibilità di ricollocare gli alunni in nuove strutture idonee, passo necessario indicato dallo stesso Comitato Tecnico Scientifico in due precedenti documenti, appurato che sia opportuno “garantire la sicurezza degli edifici ma anche il distanziamento sociale consigliato”.

Va in questa direzione la deliberazione di Giunta (approvata in videoconferenza nella giornata di ieri) sull’emergenza scolastica. Il Comune di Campobasso ha infatti dato il via libera al bando esplorativo inteso al “reperimento di luoghi idonei per ospitare la popolazione scolastica”, in particolare gli alunni delle scuole dell’infanzia e primarie presenti sul territorio.

Le forze di opposizione, in particolare Fratelli d’Italia, si sono dette disponibili a collaborare nei lavori previsti nella prossima Commissione programmata per il prossimo 20 ottobre. In quella sede, potrebbero finire sul tavolo dell’amministrazione alcune proposte sulla eventuale ricollocazione degli alunni. “La pandemia ha rallentato tutto – fanno sapere alcuni consiglieri a Palazzo San Giorgio – ma è giusto operare con lo spirito collaborativo in una fase così delicata”. L’acquisizione di uno o più immobili sarebbe – allo stato attuale – la mossa necessaria per scongiurare altre emergenze.