Scontro mortale, “è una sensazione di smarrimento nel cuore”. Il ricordo di Giancarlo

Altruista, sensibile, vicino alla sua comunità e alle sue tradizioni. E’ così che i cittadini di San Martino in Pensilis ricordano Giancarlo Graziaplena, il 59enne che ha perso la vita nel terribile incidente stradale che si è verificato questa mattina, 2 maggio, lungo la strada che conduce all’ingresso del paese bassomolisano. Erano da poco trascorse le 12 quando la macchina dell’uomo, una Peugeot, è impattata frontalmente contro un camion che arrivava nella direzione opposta. Per Giancarlo non c’è stato nulla da fare. La notizia si è diffusa subito a San Martino lasciando il paese nello sgomento e nella tristezza più profonda. Marito e padre di due figlie, Giancarlo era una persona molto generosa, come lo ricorda lo stesso sindaco di San Martino, Giovanni Di Matteo. Era stato tra i curatori del Joe’s Blues Festival, la manifestazione che aveva fatto grande San Martino tanto che era riuscito ad organizzare l’edizione dello scorso anno nonostante la pandemia. Era stato anche consigliere comunale nella precedente legislazione e il suo è un ricordo vivo in tutti i sammartinesi tanto che sulla sua bacheca di Facebook in poco tempo sono stati postati decine di ricordi da parte dei suoi concittadini. “Non è solo tristezza, non è solo incredulità. È una sensazione di smarrimento del cuore e degli occhi che forse solo tra molto tempo lascerà spazio all’accettazione – si legge in uno dei post – Resta il ricordo di te, forte e chiaro nella mente e nell’anima; la memoria di tanti momenti condivisi all’insegna della musica, dell’arte, della poesia. A te, che amavi coinvolgere, promuovere, contagiare di buonumore, coltivare idee e propositi; a te che sapevi mescolare con sottile sapienza l’ironia e la cordialità, la profondità e la leggerezza; a te che hai corredato di mille parole tanti eventi condivisi…voglio dire una sola parola, la stessa con la quale ti ho salutato l’ultima volta che ci siamo abbracciati: grazie! Arrivederci, Giancarlo!”.
L’uomo stava percorrendo la Provinciale 40 che collega San Martino a Portocannone. Una strada tristemente nota alle cronache per un incidente che si era verificato il 29 aprile 2012 e che era costato la vita ad una 22enne, quando all’improvviso si è verificata la tragedia.