ScontagiAMOci con “La Mascherina che non si rifiuta” (video)

Da mesi è entrata a far parte della nostra quotidianità, è uno di presidi indispensabili che ha contribuito a rallentare il contagio da Coronavirus, la si indossa per avere accesso in locali pubblici e sin dall’inizio della pandemia è stato l’oggetto più ricercato in assoluto. Ci protegge e protegge chi ci sta vicino. In questo ambito si è svolta questa mattina (25 giugno) in piazza Vittorio Emanuele II a Campobasso, davanti al Municipio, la presentazione dell’iniziativa del team “Scontagiamoci” in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente del Comune capoluogo e con la partecipazione fattiva dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato. A spiegare il tutto c’era Tony Evangelista, ideatore di Scontagiamoci che, durante i mesi più critici del confinamento (lockdown), è stato fra quelle figure professionali più attive che hanno intrapreso iniziative a sostegno della sanità pubblica e anche dei cittadini.

Il progetto “La mascherina che non si rifiuta” nasce e cresce anche con un’anima ambientalista per ridurre il consumo (e quindi lo smaltimento) delle mascherine monouso.

“La Mascherina che non si rifiuta” è un presidio che può essere riutilizzato più volte, ma lasciamo che sia proprio Tony Evangelista a spiegarci l’iniziativa nella sua interezza.

Per info: http://Scontagiamoci.it/mascherina

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com