Sanità, parla Giustini: “Voglio aprire Larino con medici stranieri ma alle mie condizioni”

Torna a parla il commissario ad acta della sanità molisana Angelo Giustini, le cui dimissioni sembrano essere state respinte dal governo.

“L’ospedale di Campobasso è inquinato – ha detto Giustini – e non per colpa mia. Io volevo Larino ma hanno voluto fare diversamente e questi sono i risultati. Larino si può aprire perché abbiamo un solo ospedale, quello di Campobasso che è inquinato e non abbiamo dove svolgere le altre attività. Sì a Larino ma alle mie condizioni e cioè che non voglio né Toma, né Florenzano contro e né Roma che dica di no, altrimenti è fatica sprecata. Per i medici stranieri sto provvedendo, ma voglio i consensi altrimenti non mi muovo”.