“Sanità molisana in ginocchio”. Emergenza delle emergenze

Alessandra Salvatore

“Ancora un Consiglio Comunale in cui abbiamo voluto portare in primo piano l’emergenza delle emergenze: quella della sanità molisana, messa ormai in ginocchio”. – scrivono i congilieri comunali Bibiana Chierchia, Giose Trivisonno e Antonio Battista -.
“Lo abbiamo fatto con una serie di atti l’ultimo dei quali, il più importante per noi, avrebbe dato forza al Sindaco di Campobasso ed acceso più forti i riflettori sul grido di aiuto, che si è levato da cittadini ed amministratori: un odg che consentisse di coinvolgere i sindaci dell’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso (25) per ottenere dal DG Florenzano la convocazione della conferenza dei primi cittadini molisani.

La maggioranza, interpretando le regole a proprio piacimento, ce lo ha impedito. Ed allora diciamo qui ciò che abbiamo scritto nell’odg e che avremmo voluto dire al Sindaco Gravina, che, speriamo, ci ascolti.

Lei, sig. Sindaco, ha opportunamente fatto richiesta di convocazione della Conferenza dei Sindaci molisani: in base all’art. 6, co. 2, del Regolamento n. 2/2010, attuativo della Legge Regionale n. 11 del 1997, occorre che la richiesta provenga da 1/3 dei primi cittadini della regione. La situazione è oggi drammaticamente precipitata, con tutti gli ospedali regionali saturi ed impegnati sul fronte Covid, tanto da rendere necessario il trasporto dei pazienti nei nosocomi di altre regioni.

In mattinata è stata diramata, dagli organi di informazione, la notizia della possibilità che il DG Asrem sottoscriva un accordo con la Fondazione Pavone (Gruppo Neuromed), Istituto di Riabilitazione, per l’utilizzo di 60 posti letto e di personale da destinare a terapia sub-intensiva. Poiché Lei presiede nuovamente il COMITATO SINDACI dell’ATS di Campobasso, sulla scorta nel nuovo Piano Sociale di Zona, ha la possibilità di mobilitare tutti i i 25 Sindaci dell’ATS (ove non lo abbiano gia’ fatto) e contribuire, così, assieme a tanti altri Sindaci molisani, al raggiungimento del quorum richiesto dal Regolamento regionale citato, per ottenere la convocazione urgente della Conferenza.

Lo faccia Sindaco. Noi siamo al Suo fianco: mobiliti e ottenga la urgente convocazione della Conferenza dei Sindaci. Porti in Conferenza, tra le altre cose, anche le questioni che abbiamo posto:

  • chieda conto di quali siano i costi per l’allestimento di 60 posti di terapia sub-intensiva presso una struttura privata riabilitativa, quale quella di Salcito, verosimilmente priva di terapia intensiva e sicuramente lontana da tutti i presidi ospedalieri molisani e non;
  • chieda conto dei tempi necessari per avere la disponibilità della nuova area Covid presso il Cardarelli; chieda quale sia il protocollo operativo per chi ha bisogno di cure in terapia intensiva, come vengono raccolti i dati sui contagi e poi inviati al Ministero, quale sia lo stato dell’arte della campagna vaccinale, come sono state gestite le poche dosi già arrivate e come verranno gestite quelle in arrivo, quale il personale sanitario su cui si può contare, se e quali accordi sono stati presi con i medici di medicina generale e con i pediatri di libera scelta.
    La Sua maggioranza non ha voluto ascoltarci. Lo faccia Lei per il bene dei cittadini campobassani e molisani”.