Sanità, Isernia maglia nera per pazienti emigrati fuori regione

Secondo l’indagine de Il Sole 24 ore il capoluogo pentro fa registrare il picco negativo per numero di pazienti costretti a farsi curare lontano da casa

Camera di Commercio – SPID

Emigrazione ospedaliera, Isernia maglia nera. È quanto emerge dalla classifica sull’indice della salute. Tra gli indicatori anche il dato relativo all’emigrazione ospedaliera, che fotografa i pazienti dimessi dagli ospedali fuori dalla regione di residenza, e quindi costretti a farsi curare lontano da casa. La lontananza fisica e la scarsa disponibilità di medici sono due delle cause che portano all’emigrazione ospedaliera, si legge sul quotidiano economico nazionale.

Il capoluogo di provincia pentro è, dunque, la peggiore di questa classifica parziale, preceduta da L’Aquila e Matera. Al quartultimo posto, invece, Campobasso. Il fenomeno, come dimostrano le ultime dieci classificate, interessa principalmente le province del Centro (Abruzzo, Lazio) e Sud (Basilicata, Calabria e Molise). Chi, invece, non si muove, sono i lombardi : le prime posizioni sono occupate da Bergamo, Sondrio, Lecco, Como, Monza e Brescia. Milano è “solo” undicesima, dietro tre province dell’Emilia-Romagna (Ravenna, Forlì-Cesena, Bologna) e Cuneo. Per il capoluogo pentro dati negativi anche riguardo all’aumento della speranza di vita, dove è quintultima. Va meglio, invece, a Campobasso che risulta essere 88esima. Nella classica generale, comunque, Isernia si posiziona al 53esimo posto, mentre Campobasso al 57esimo. A migliorare la posizione generale dei due capoluoghi di provincia molisani altri indicatori quali il tasso di mortalità (Isernia 37esima e Campobasso 32esima) e la mortalità per tumore e per infarti, in cui Isernia si posiziona al 33esimo posto e Campobasso al 36esimo. La classifica generale, comunque, vede trionfare le province de nord, con Bolzano che si attesta al primo posto quale provincia più sana d’Italia. Al secondo posto, invece, quasi a sorpresa c’è Pescara.

Camera di Commercio – SPID

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli