Sanità e controlli del Nas: 8 ambulanze senza “requisiti minimi” e carenze in 13 postazioni del 118

Anche in Molise, nelle scorse ore, sono stati effettuati controlli in ambito sanitari da parte dei militari del Nas su disposizione del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Roma. Il Nas di Campobasso ha controllato 20 postazioni del 118 e 32 ambulanze; al termine dei controlli sono state segnalate 8 ambulanze “non autorizzate e in parte mancanti di requisiti minimi” e 13 postazioni  del 118 per “carenze organizzative e strutturali”. In tutta Italia oltre il 10% di ambulanze utilizzate per i servizi di emergenza-urgenza sanitaria e per il trasporto degli infermi, su un totale di 1297, è risultato al di sotto degli standard di sicurezza e igiene richiesti. «Per l’ennesima volta un controllo dei Nas in ambito sanitario porta alla luce gravi carenze – sottolinea il Segretario Nazionale della Ugl Salute Gianluca Giuliano – Sono state erogate sanzioni amministrative e penali – prosegue il sindacalista – in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. A rischio così è non solo l’incolumità dei pazienti che vengono trasportati ma anche quella degli operatori sanitari impiegati su queste vetture. I Nas hanno riscontrato la mancanza delle idonee procedure di pulizia e sanificazione dei mezzi sanitari, la presenza di parti arrugginite e incrostate. In casi addirittura più gravi alcuni mezzi sono risultati privi di autorizzazioni e requisiti per svolgere adeguatamente il trasporto di malati. Chi lavora sulle ambulanze ha l’assoluto diritto a svolgere la propria opera nel massimo rispetto dei criteri di sicurezza».