Sale sul treno e minaccia i passeggeri con una bottiglia rotta, arrestato un 39enne

Un giovane di origini marocchine è stato ammanettato dagli agenti della Polizia Ferroviaria e trasportato in carcere a Isernia su disposizione del magistrato

Attimi di paura alla stazione Termini l’altra sera quando un marocchino di 39 anni, con precedenti giudiziari (risultato positivo alla droga) ha forzato i varchi dei binari con in mano una bottiglia di vetro rotta salendo poi a bordo di un treno alta velocità in partenza.

L’uomo ha minacciato i viaggiatori, in particolare una giovane donna che è stata bloccata sulla carrozza, mentre gli altri passeggeri sono riusciti a scendere accompagnati dalla polizia ferroviaria reparto operativo della stazione Termini, sopraggiunta sul posto poco dopo. Grazie alla professionalità degli operanti è stato possibile disarmare il marocchino senza ulteriori conseguenze.

L’uomo è stato arrestato e posto in carcere nella casa circondariale di Isernia, come disposto dal magistrato di turno del Tribunale di Roma, con l’accusa di interruzione di pubblico servizio, resistenza e minacce a pubblico ufficiale.