Ron in concerto fa il pienone di pubblico, l’assessore D’Egidio: “Grazie a tutti voi”

A chiusura della tre giorni di festeggiamenti in onore di Santa Cristina, il concerto di Ron che ha scaldato gli animi dei numerosi presenti. Grande coinvolgimento ieri sera, lunedì 25 luglio, dopo due anni di stop forzato dovuto alla pandemia. Ma non c’è stato solo lo spettacolo canoro, diverse le iniziative proposte e messe in campo che hanno riscosso un grande successo in termini di partecipazione, questo a confermare la voglia di tornare al più presto alla normalità.

Si è infatti registrata una grande partecipazione sia di tutta la comunità campomarinese che di turisti e persone venute dai territori limitrofi, migliaia di persone si sono riversate tra gli stand gastronomici le classiche “bancarelle” e l’immancabile luna park che ha richiamato grandi e piccini con le proprie attrazioni in attesa dello spettacolo pirotecnico di mezzanotte.

“La partecipazione straordinaria di quest’anno a tutte le manifestazioni fanno ben sperare per il futuro”, queste le parole dell’assessore al Turismo D’Egidio che esprime quindi grande soddisfazione per la capacità organizzativa messa in campo da tutti. Il sindaco e tutta l’amministrazione comunale rivolgono un profondo ringraziamento al Comitato S. Cristina che anche in questo delicato momento storico è riuscito con grande dedizione a reperire risorse per lo svolgimento della festa.

Un grazie sentito a tutte le associazioni di volontariato che hanno garantito il normale svolgimento delle attività, al comando della Polizia municipale, al comando della stazione Carabinieri di Campomarino e a tutti i tecnici della struttura comunale che a vario titolo, ogni anno, offrono le loro competenze per il disbrigo degli adempimenti burocratici senza dei quali tutto questo non sarebbe possibile. In ultimo, ma non per ultimo un caloroso ed affettuoso ringraziamento va alla comunità campomarinese che ancora una volta ha dimostrato di essere profondamente legata al territorio e alle sue tradizioni. Arrivederci all’anno prossimo”.