Rinuncia indennità o gettoni per un mese, la maggioranza M5S boccia mozione della Lega votata anche dal Pd. Duro scontro in Consiglio

Seduta movimentata nel Consiglio comunale odierno, chiamato a discutere la mozione (respinta con 25 no e 6 favorevoli) presentata dalla Lega, avente ad oggetto un “appello alla solidarietà collettiva attraverso la rinuncia, per consiglieri, assessori e sindaco, ai gettoni di presenza o all’indennità per una mensilità”. Un tema caldo, che ha generato un lungo dibattito (continuato nel pomeriggio) sul quale si è riscontrata convergenza tra alcune forze di opposizione. Il Pd – ad esempio – non ha badato a ragioni di schieramento e ha votato a favore, accogliendo l’intento della mozione “come messaggio da recapitare alla cittadinanza, per ricordare che ci siamo”. E non sono mancati attimi concitati. Nel mirino del Carroccio, che ha portato in assise la proposta, l’intervento del consigliere Simonetti (M5S), oltre alla linea pentastellata, tacciata come “incoerente rispetto alla storia di quello che fu il Movimento”.

Durissimi gli interventi di Bibiana Chierchia, per i dem. “Questo può essere un atto di riconciliazione con la gente. Stiamo assistendo al cambiamento del cambiamento..”. Il sindaco Gravina e i consiglieri di maggioranza hanno criticato le modalità e alcuni punti della mozione. “Fare atto pubblico non è elegante. Porte aperte per una discussione, condividendo tutto. Vero che siamo dei consiglieri, ma si può fare al di fuori. E il parallelo con quanto avviene con la regione è inapplicabile”. Telegrafico Pascale (Lega), che in un primo momento aveva rinunciato polemicamente all’intervento. “Ci sono delle famiglie già note da aiutare. E’ un segnale da dare alla cittadinanza, magari migliorabile, ma da raccogliere in maniera univoca”.

Via libera ai lavori sul centro storico. Il tema della pavimentazione del centro storico di Campobasso, portato all’attenzione del Consiglio da un’interpellanza del consigliere di Fratelli d’Italia, Mario Annuario, è stato discusso questa mattina. Monito accolto dall’assessore Amorosa, che ha promesso un reperimento risorse analogo. “Quanto è stato evidenziato in riferimento della pavimentazione delle strade del centro storico, è principalmente dovuto al deterioramento delle fughe e, – ha specificato l’assessore – in alcuni punti, la mancanza propria della fuga, oltre che in alcuni casi la pavimentazione non è più stabile e fuori livello. I temi sollevati sono già stati presi in considerazione da questa Amministrazione, – ha aggiunto l’assessore – infatti, con i prossimi lavori che partiranno a breve, è prevista la messa in sicurezza della pavimentazione di Corso Vittorio Emanuele. L’obiettivo – ha concluso – è reperire fondi per fare un medesimo percorso anche nel centro storico”.